Lovere sul Lago d’Iseo

Lovere è una cittadina posizionata sulla costa nord-occidentale del Lago d’Iseo, in provincia di Bergamo.

Abitata sin dall’epoca romana, cinta da mura in età medievale, in età veneta (secc. XV-XVIII) fu sede della podesteria locale. La cittadina traeva la sua ricchezza principalmente dal commercio dei panni e dal suo porto, dove affluivano numerose merci dalla vallate circostanti.

A nord del centro storico sorge la maestosa basilica di santa Maria in Valvendra, una delle più sontuose chiese della diocesi di Brescia, che contiene le antiche ante dell’organo del Duomo vecchio dipinte da Moretto e Floriano Ferramola.

Nel cuore cittadino svetta la parrocchiale di san Giorgio, curiosamente edificata sulla cima di una torre medievale. All’ingresso meridionale vi è invece in Santuario delle Sante Bartolomea Capitanio e Vincenza Gerosa, che si presenta come un’imponente struttura in stile neogotico.

Nel mezzo della cittadina si eleva la Torre civica, la cui facciata riporta gli antichi stemmi signorili dei podestà locali.

Con una gradevole camminata sul lungo lago si raggiunge l’Accademia Tadini, istituita nel 1829, che ospita le notevoli collezioni dell’omonimo conte cremasco, la cui pinacoteca conserva opere di Jacopo Bellini, Vincenzo Civerchio, Giacomo Ceruti “il Pitocchetto”, Francesco Hayez

  • Ticket: No (Sì Accademia Tadini)
  • Giorno di chiusura: apertura con prenotazione
  • Tempo di visita: mezza giornata (fino a 3 h)
  • Percorso: leggere salite, pavimentato cittadino